Polizze contraffatte, non bastavano i siti web fantasma. L’Ivass segnala ora anche compagnie estere senza autorizzazione ad operare in Italia

ROMA – L’Ivass ha reso noto in un comunicato ufficiale che la società Generali Spa Uk Ltd, con sede nel Regno Unito, “non è autorizzata all’esercizio dell’attività assicurativa in Italia, non risulta iscritta nel Registro delle imprese autorizzate all’esercizio dell’attività assicurativa nel Regno Unito (The Financial Services Register) e non fa parte del gruppo Generali”. La società suddetta, secondo una serie di segnalazioni, avrebbe tentato di vendere in Italia una polizza collettiva contraffatta per i casi di morte e invalidità permanente a seguito di infortunio e malattia.
Sempre di queste ore una nuova comunicazione dell’Istituto di vigilanza che mette in guardia clienti e intermediari circa la società Versicherung Credit Protection Spa. L’impresa non rientra fra quelle autorizzate all’esercizio dell’attività assicurativa in Italia, ma avrebbe comunque tentato di commercializzare in Italia una polizza multirischio (vita, infortuni e malattia).
Luigi Giorgetti